Mente e corpo sono indissolubilmente interconnessi ma in certi individui per cause complesse, il malessere trova un’espressività principalmente a livello corporeo. E così lo stress e le emozioni evacuate nel corpo, inesprimibili su un piano cosciente, diventano agenti di patologia e cronicità.
Oppure ci può essere un aggravio emotivo che accompagna le patologie croniche (tumori, sclerosi, demenze, individui trapiantati, cardiopatie ecc.) e che può peggiorare il decorso della malattia o l’efficacia della cura, se non viene a sua volta espresso e curato.